Dolci

In questa sezione troverete solo alcuni dei dolci più rappresentativi della Sardegna. Esiste una varietà molto più ampia, legata al territorio e ai festeggiamenti religiosi.

Amaretti
Uno dei dolci sardi piu' conosciuti. L'ingrediente principale per ottenerlo è la mandorla amara, sapientemente mescolata con lo zucchero e albumi d'uovo. Spesso la mandorla viene anche usata per la decorazione esterna.

Bianchini
Sono la variante sarda delle meringhe. L'impasto a base di albumi d'uovo montati a neve è arricchito con scorza di limone grattugiata e granella di mandorle tostate.

Biscotto di Fonni
Si tratta di una sorta di savoiardo gigante, originario del piccolo centro di Fonni (in provincia di Nuoro), ma consumato in tutta la Sardegna. E’ un biscotto morbido e fragrante e viene spesso utilizzato per preparare il tiramisù. Ottimo da inzuppare nel latte, caffè o the.

Caschettas
Dolci originari della Barbagia, sono costituiti da una sfoglia sottilissima ripiegata quasi a formare dei fiori, nel cui interno si trova un ripieno ricco e gustoso fatto di miele, mandorle, buccia d’arancia, zucchero e zafferano.

Copuletas
Si tratta di una barchetta di pasta sottilissima, riempita di pan di spagna, pasta di mandorle, scorza di limone e qualche goccia di liquore.

Corigheddos
Si tratta di un dolce che veniva confezionato in occasione dei matrimoni, la cui preparazione era affidata alla madre, suocera e madrina della sposa. Il numero dei cuori prodotti era in relazione all’importanza sociale della famiglia. Una sfoglia sottile a forma di cuore contiene un ripieno morbido e gustoso fatto di miele, mandorle e scorza d’arancia.

Gueffus
Si tratta di piccole sfere di pasta di mandorle, molto delicate e gustose, spesso aromatizzate con il liquore di mirto. Sono avvolti come caramelle nei fogli di carta velina colorati.

Mustazzolus
Si tratta di un dolce dalla lunga preparazione che riposa anche 15-20 gg prima della cottura. Si prepara con semola fine, acqua, lievito, zucchero, cannella e scorza di limone. Viene completato con una leggera glassa spennellata sopra. Si scioglie in bocca.

Pani ‘e Saba
L’ingrediente base di questo dolce è la sapa, ovvero il mosto d’uva cotto con aromi, mela cotogna e scorza d’arancia, fino ad ottenere una melassa dolce e densa. Nell’impasto a base di semola e acqua, oltre alla sapa, vengono aggiunte noci e mandorle, uva passa, miele, arancia candita e uova. Viene spesso guarnito con le palline di zucchero colorate.  

Papassinos
Si tratta di un biscotto molto ricco composto da diversi ingredienti, tra i quali l’uva passa o papassa (da cui deriva il nome del dolce). Solitamente ha la forma di un rombo e sopra viene decorato con una glassa bianca e delle palline di zucchero colorate.

Pardulas
Dolce legato alle festività pasquali e composto da una sfoglia croccante esterna dai bordi ripiegati e da un morbido ripieno interno a base di ricotta o formaggio fresco, zucchero, zafferano e scorza di arancia o limone.

Piricchittus
Sono dei biscotti dalla forma sferica e dalla consistenza croccante. Sono caratterizzati dalla loro glassatura che viene eseguita immergendoli in uno sciroppo ancora caldo di acqua, zucchero e buccia di limone.

Pistoccus Tostaus
Sono chiamati anche Pistoccus de Cappa e sono tipici della zona del Campidano. Sono dei biscotti duri al tatto ma friabili in bocca, ricoperti dalla glassa bianca ottenuta con l’albume dell’uovo.

Seadas
E’ considerato il dolce più famoso della Sardegna. E’ un disco di pasta sfoglia ripieno di formaggio fresco e filante e di scorza di arancia o limone. Viene fritto nell’olio bollente e poi servito ancora caldo con uno strato di miele sopra.

Bianchini
Amaretti
Gueffus