Chi sono

Il mio nome è Cristina,  

sono una Sommelier ed il mondo dell’enogastronomia e della diffusione della cultura del vino sono la mia passione da oltre 10 anni.

Dopo la laurea in economia e commercio ho cominciato ad occuparmi di marketing dei prodotti alimentari, lavorando per alcune delle più importanti catene della distribuzione organizzata in Sardegna.

Mentre studiavo il modo per valorizzare l’esposizione e creare un assortimento con i migliori prodotti che il mercato potesse offrire, mi sono resa conto che la passione per il mondo del food ed in particolare per quello del vino stava crescendo sempre di più.  Cercavo di capire quali caratteristiche differenziassero un prodotto da un altro per poi rendere leggibile lo scaffale ai clienti, secondo dei criteri logici ed immediati.  E riguardo al vino avevo un compito abbastanza difficile: distinguere il vino per colore, per uvaggio, produttore e provenienza. Una vera sfida per una neofita!

E' in quel momento che, spinta dal desiderio di approfondire le mie conoscenze, ho deciso di frequentare i corsi per diventare Sommelier e Degustatrice Ufficiale, portando a casa i due diplomi dopo tanto studio e numerose degustazioni.

Nella mia famiglia, da mio nonno a mio padre, si è sempre coltivata la vigna e prodotto il vino.  In Campidano, la zona da cui provengo, era tradizione coltivare il Monica, il Bovale, il Nuragus e il Vermentino. Sin da piccola ho partecipato alle vendemmie e ad alcune operazioni richieste dalla vite durante l’anno, come la legatura. Quindi questo mondo mi appartiene sin dalla tenera età.

Crescendo, come spesso accade, mi sono allontanata da queste tradizioni, per poi ritrovarle in età adulta, con una nuova e diversa consapevolezza.

Gli studi e le esperienze professionali mi hanno portato lontano dal mio paese, dal mio territorio di appartenenza per poi ricondurmi ad esso arricchita di nuove esperienze e conoscenze.

Dopo aver viaggiato e vissuto in Francia per qualche anno sono tornata nella mia meravigliosa terra: la Sardegna, un luogo che ti rapisce l’anima e che tiene legato a sé nonostante la distanza. 

Ma quest'isola, ricca di bellezze naturali, archeologiche ed enogastronomiche,  è purtroppo povera nel mercato del lavoro. Cosi dopo una lunga riflessione ho deciso di utilizzare tutte le competenze accumulate negli anni e di trasformare la mia passione in un lavoro e di adoperarmi per far conoscere a chi viene a visitare la Sardegna quello che più mi è mancato quando ne ero lontana: i suoi paesaggi, i suoi profumi, i suoi formaggi, i suoi vini, i suoi dolci, il suo olio e tanto altro.

Attraverso la nuova sfida professionale de Le strade del gusto mi sono posta l'obiettivo di aumentare la visibilità della mia regione attraverso il buon cibo e il buon vino, ovvero facendo vivere ai turisti e non solo, delle esperienze enogastronomiche coinvolgenti. Vorrei farti visitare alcune delle cantine più note del territorio, raccontarti le affascinanti storie dei vini e delle persone che li producono e poi guidarti nell’esperienza della degustazione. Ed ancora, farti visitare i caseifici e vivere l'esperienza della produzione del formaggio; gli oleifici; i laboratori artigianali di pane, paste e dolci.  E non ultima l’esperienza della visita al mercato civico di San Benedetto, così ricco di profumi, colori e prelibatezze da gustare, e vetrina delle nostre tradizioni gastronomiche.